«

»

ott 08 2016

I Tigli di via Seveso

Sul taglio dei tigli di via Seveso a Meda un’interrogazione di tre gruppi consiliari

Martedì 4 ottobre è stata protocollata al Comune di Meda l’interrogazione sul taglio dei tigli di via Seveso. Diverse sono state le dichiarazioni di sindaco e assessori, in modi e tempi vari, sull’iniziativa di abbattere gli alberi, nella tranquillità del ferragosto. Nonostante il periodo di fuga dalla città dei Medesi per le vacanze estive, le proteste e le critiche di molti cittadini non sono mancate e si sono moltiplicate da subito per la non condivisione della drastica scelta, per la sorpresa dell’iniziativa e per la mancanza d’informazione preventiva.

“L’interrogazione è un atto dovuto per la trasparenza e la chiarezza delle informazioni” dichiara Vilma Galimberti, Con Buraschi per Meda. “In queste settimane, abbiamo sentito e letto dichiarazioni del sindaco Caimi e dei due assessori Buraschi e Salimbeni, parziali e non sempre coerenti. Anche i cittadini hanno sollecitato le istituzioni comunali per avere spiegazioni su questo taglio, apparso da subito poco comprensibile, nei modi e nei tempi di attuazione. L’interrogazione include molte domande che ci auguriamo possano ricevere risposte non sommarie ma complete ed esaurienti. Sarà nostra cura pubblicare le risposte ottenute, con le nostre valutazioni”.

Aggiunge Vermondo Busnelli, MEDA per TUTTI: “L’interrogazione ha l’obiettivo primario di ottenere, in modo ufficiale, risposte precise a domande chiare, che noi e molti cittadini ci siamo posti, da subito per comprendere perché sia stata presa la decisione del taglio radicale e non di valutare altre opzioni, meno drastiche e negative sull’ambiente già precario della nostra città, per l’inquinamento causato dalla criticità della viabilità oltre che dalle fonti di riscaldamento. Abbiamo colto quest’occasione per chiedere se il Comune abbia un piano di gestione del verde pubblico, dalla prevenzione alla manutenzione e al potenziamento. La cura della città è un’attività prioritaria dell’amministrazione comunale, non solo di edifici pubblici, piazze, strade e marciapiedi, ma anche di alberi e aree comunali verdi, oggi abbandonate e trascurate, contribuendo alla progressiva perdita del decoro cittadino”.

Anche per Alberto Colombo di Sinistra e Ambiente quest’interrogazione risulta necessaria: “Ci siamo occupati da subito di questo taglio apparso ingiustificato e attuato con superficialità dall’amministrazione. Una valutazione negativa confermatasi anche dopo l’incontro delle  associazioni ambientaliste con  l’assessore Buraschi che ha fornito elementi contradditori rispetto all’effettiva e scarsa documentazione poi ricevuta dal gruppo Consiliare di Sinistra e Ambiente. Proprio per avere risposte formali più puntuali abbiamo ritenuto opportuno elaborare congiuntamente questa dettagliata interrogazione, preoccupati che casi simili possano ripetersi, anche per la scarsa sensibilità ambientale dimostrata dai nostri amministratori.”

Vilma Galimberti, capogruppo di Con Buraschi per Meda

Vermondo Busnelli, capogruppo di MEDA per TUTTI

Alberto Colombo, capogruppo di SINISTRA e AMBIENTE